Physical Address

304 North Cardinal St.
Dorchester Center, MA 02124

Protezione solare bambini

Protezione solare bambini. Quale scegliere

La scelta della giusta crema solare per la protezione della pelle dei nostri bambini non può essere fatta con leggerezza. Comprare una crema con fattore di protezione 50+ non è sempre sinonimo di scelta sicura. Allora come regolarsi? Ecco una guida completa e semplice per scegliere la crema più adatta alla pelle dei bambini.

Fattori di protezione UVB e UVA.

Il fattore di protezione (indicato con SPF) che comunemente troviamo sui flaconi di creme solari si riferisce al grado di protezione dai raggi UVB, responsabili delle scottature e degli eritemi solari. Non è indicativo invece del grado di protezione dei raggi UVA, responsabili della fotosensibilità e dell’invecchiamento cutaneo.

Il SPF (sun protection factor) è un indice definito dalla Comunità Europea, che indica di quante volte lo schermo protettivo presente nella crema prolunga, senza conseguenze, l’esposizione della pelle al sole.

La  pelle chiara può resistere al sole senza scottarsi per 10 minuti.  Applicando invece una crema con fattore di protezione 50 il tempo di esposizione, senza conseguenze, diventa circa 500 minuti con una filtrazione del 98% dei raggi UVB.

Altrettanto importante è il filtro per i raggi UVA per i quali non esiste una indicazione precisa.

Protezione solare bambini. Quale scegliere


Filtro fisico o filtro chimico

I componenti che permettono alla nostra pelle di non essere bruciata dal sole possono generare dei filri di tipo: FISICO e CHIMICO.

I filtri fisici (biossido di titanio o ossido di zinco) sono sostanze che si distribuiscono sulla pelle e, fungendo come uno specchio, riflettono i raggi solari.

I filtri chimici sono sostanze che vengono assorbite dalla pelle e neutralizzano i raggi UVA e UVB.

Per i bambini al di sotto dell’anno di età è sempre meglio scegliere creme con filtri fisici in quanto garantiscono una maggiore schermatura solare e sopratutto sono composti da sostanze che non penetrano nella pelle. Lo svantaggio di queste creme è il classico effetto bianco che generano una volta applicate.

Per bambini con età superiore a un anno si può scegliere una crema con filtro chimico o meglio ancora una con formulazione mista che unisce lo schermo solare del filtro fisico all’assorbibilità del filtro chimico .

Resistenza all’acqua

Altro elemento fondamentale da considerare per la scelta della crema protettiva è la sua resistenza all’acqua.

Una crema che ha come indicazione Water Resistant o Water Proof indica una crema che dopo mezz’ora di bagno è presente sulla pelle del bambino ancora al 95%.

Importante è comunque applicare la protezione solare almeno ogni due ore per evitare che sudore o giochi in acqua, ne riducano l’efficacia.

Protezione solare bambini. Quale scegliere

Spray o crema

Non è sempre facile scegliere se acquistare la protezione solare per i bambini in spray o in crema.

La crema solare in spray è sicuramente molto comoda e di facile applicazione ma, se i bambini sono molto piccoli e non stanno mai fermi allora potrebbe essere difficile applicare la crema in modo uniforme. Inoltre le creme spray non possono essere applicate direttamente sul viso.

La classica crema solare invece può essere applicata in maniera più uniforme con la certezza del giusto dosaggio